Leopold Hofmann (1738-1793)

Sei Divertimenti pour violino, viola, violoncello e violone, op. 1

n° 1 in la maggiore
n° 2 in si bemolle maggiore
n° 3 in la maggiore
n° 4 in mi bemolle maggiore
n° 5 in re maggiore
n° 6 in fa maggiore

Musica Elegentia
Paola Nervi, viola e violino
Antonio Coloccia, violoncello
Matteo Cicchitti, violone, direzione

Formato: 1 CD
Durata: 01:12:26
Registrato il 01/08/2022
Etichetta: Challenge Classics
Catalogo: CC72931
EAN: 0608917293128
Price Code: DM019A
Anno di pubblicazione: 2023

Il Maestro Matteo Cicchitti, grazie al suo ensemble Musica Elegantia, sta facendo una meritoria opera di riscoperta di inediti musicali del ‘700. Siamo giunti al terzo CD, in poco tempo, dopo i fortunati esiti dei Divertimenti viennesi (Dittersdorf,Vanhal, Michael Haydn) e le Sonate di Wagenseil. Lo stile galante viene così indagato da Cicchitti in tutti i suoi aspetti.


Questo nuovo CD ci porta alla conoscenza d Leopold Hofmann (Vienna 1738- Vienna 1793) importante musicista della città imperiale, dove aveva raggiunto il grado di maestro di cappella della cattedrale di Santo Stefano. Qui Mozart lo sostituì per un breve periodo mentre Hofmann cadde malato, ma ben presto Hofmann si riprese e Mozart non raggiunse il grado di maestro di cappella che avrebbe risolto ogni suo problema economico.
Hofmann era un eccellente clavicembalista e organista. Inoltre era un bravo violinista e preferiva scrivere per gli archi. Le composizioni di questo interessante CD sono state pubblicate nel 1775 da Johann Julius Hummel, la cui casa musicale aveva una sede ad Amsterdam e una a Berlino. Le prime tre sonate hanno per organico viola, violoncello e violone, mentre le tre successive violino, violoncello e violone. L’organico è puramente indicativo poiché si sa bene che nella pratica dell’epoca si potevano adattare queste sonate agli strumenti disponibili nelle case nobili e dell’alta borghesia che sfruttava al massimo questi brani. Pensiamo ad una Vienna affamata di questi divertimenti, pronta ad esecuzioni da parte di professionisti oppure da semplici appassionati e amatori. I salotti del nord Italia, dell’Austria, dell’Ungheria, della Germania erano pronti ad accogliere queste composizioni galanti eseguite da nobili od alto borghesi dilettanti. Hofmann lo possiamo considerare il fondatore della scuola viennese di tecnica violinistica e capace di innovare la definizione di sinfonia al pari di Haydn.

Il direttore Matteo Cicchitti,  che svolge i ruoli di contrabbassista e di violista da gamba, è affiancato da due membri dell’ensemble Musica Elegentia, Paola Nervi che si distingue al violino e alla viola, mentre Antonio Coloccia è al violoncello. Questi sei divertimenti vengono nobilitati dall’esecuzione filologica e critica che attua Matteo Cicchitti: i professionisti di questo ensemble ricreano un mondo perduto, creano una salotto musicale perfetto, grazie ad una esecuzione piena di sfumature e precisione formale. La relazione tra i singoli strumenti è perfettamente dialogica, con continui rimandi tra gli strumenti più acuti e quelli più gravi. Ottima la registrazione sotto il profilo tecnico, con una spazialità notevole, una dinamica importante che abbiamo apprezzato con il nostro professionale impianto stereo. Molte interessanti le informazioni allegate al CD (ahimè solo in inglese) realizzate da Francesco Rocco Rossi con saggi esaustivi. Il disco è diventato il disco del mese di marzo di MusicVoice, un bel riconoscimento. Prima registrazione mondiale di queste musiche. Anche noi vi invitiamo all’acquisto nel supporto CD di questo prodotto curato in ogni dettaglio che denuncia la passione di Matteo Cicchitti in questo repertorio.

Fabio Tranchida

Pubblicità